Siamo sempre qui per i nostri clienti - dalle 7:00 alle 24:00 festivi inclusi
Recensioni
4.5/5

Addio, pulci e zecche: guida alla prevenzione nel cane.

Una delle prime cose che i proprietari di un cane devono decidere (oltre a come chiamare il cucciolo ) è quale sia la migliore prevenzione da pulci e zecche.

Per prima cosa, non si tratta solo di un fastidio pruriginoso (sebbene lo siano anche). Sia le pulci che le zecche possono far ammalare il tuo cucciolo.

Le principali malattie trasmesse dalle zecche ai cani sono:

  • Malattia di Lyme
  • Babesiosi
  • Ehrlichiosi canina
  • Anaplasmosi
  • Rickettsiosi

Le malattie trasmesse dalle zecche possono causare febbri, articolazioni gonfie e persino malattie renali.

I cani possono anche avere allergie cutanee derivate dalla saliva delle pulci.

Le principali malattie trasmesse dalle pulci ai cani sono:

  • Dermatite allergica
  • Tenie
  • Rickettsiosi
  • Anemia

OK, siamo tutti d’accordo sul fatto che pulci e zecche devono essere tenute alla larga, allora cosa bisogna fare?

La prevenzione è la cosa migliore. Fortunatamente, c’è una vasta gamma antiparassitari disponibili, dalle soluzioni da banco alle opzioni solo su prescrizione che richiedono una visita dal veterinario.

Lascia che ti guidiamo verso la scelta perfetta per il tuo cucciolo.

Prima di perderti nella tua ricerca e sicuramente prima di applicare un farmaco qualsiasi, parla con il tuo veterinario, in questo modo potrai evitare di dare al tuo cucciolo qualcosa di dannoso o inefficace. Quindi ecco cosa considerare:

Età del tuo cane:

Nei cuccioli di cane il primo trattamento per l’antiparassitario va applicato nella quarta settimana di vita (tra 21° e 30° giorno). Da quel momento bisogna procedere con regolarità, fino ai sei mesi d’età, applicando ogni 15 o 30 giorni (ogni trattamento ha condizioni specifiche).

Nel caso degli adulti invece, che consideriamo quindi cani dai 6 mesi in su, l’antiparassitario va applicato ogni 30 giorni. Non cambia che il cane sia domestico, o più abituato a vivere all’aperto dove può essere a contatto con pulci e zecche più spesso. Il trattamento antiparassitario è fondamentale e deve essere ripetuto regolarmente, senza sospensioni nemmeno nei mesi invernali.

C’è una diffusa credenza che porta i proprietari a sospendere gli antiparassitari esterni durante l’inverno: tanto le pulci e le zecche non ci sono. Falso, assolutamente falso. Sapete che per tutto l’inverno i veterinari sono costretti a curare dermatiti allergiche da pulci in cani e gatti non adeguatamente protetti dagli antiparassitari?

La salute generale del tuo cane:

Ad esempio, se il tuo cane ha la pelle sensibile, un gel topico potrebbe non essere la scelta migliore. O se il tuo cane è allergico al pollo o al manzo (cosa rara, ma succede), allora i prodotti orali potrebbero essere fuori discussione in quanto possono contenere aromi di manzo. Se il tuo cane ha una storia di convulsioni, dovresti stare attento con alcuni tipi di farmaci orali. E se il tuo cane è incinto o allatta, devi stare ancora più attento.

Il tuo cane sta assumendo altri farmaci?

Se il tuo cane sta assumendo altri farmaci, come un vermifugo, è importante discuterne con il veterinario per assicurarti che la prevenzione da pulci e zecche che scegli sia sicura da usare.

Il peso del tuo cane:

Qualsiasi prodotto volto a prevenire o curare pulci e zecche sui cani specifica la taglia del cucciolo sull’etichetta, altrimenti, il tuo cucciolo potrebbe assumere più sostanze chimiche del necessario. Molti veterinari, fanno notare che capita spesso il problema di intossicazione nei cani, dovuta alla somministrazione di un prodotto destinato ad un animale più grande, dato ad un animale più piccolo

Le routine del tuo cane:

Se il tuo cane trascorre molto tempo a fare escursioni nei boschi, o all’aperto in aree note per le zecche, potresti prendere in considerazione più di una prevenzione. Quindi non solo un topico o non solo una pillola, ma forse o un topico più un collare o una pillola più un collare. Se il tuo cane ama nuotare e le tue passeggiate in campagna includono un tuffo in uno stagno ricorda che i trattamenti topici, che richiedono di mantenere il tuo cane asciutto per almeno 24-48 ore, potrebbero non essere la scelta migliore.

Assicurati che il prodotto che stai utilizzando miri alla soluzione che stai cercando.

La vita domestica:

Come proprietario di un animale domestico, devi considerare alcune cose importanti. Una volta applicato l’antiparassitario, soprattutto nei primi giorni, occorre evitare che altri animali conviventi possano andare a leccare il prodotto sulla zona trattata, cosa che può causare, ad esempio, ipersalivazione o anche vomito nel caso di cani, ma anche convulsioni potenzialmente fatali nel gatto.

I bambini vanno protetti dal contatto con l’animale trattato, almeno per le 12-24 ore successive all’applicazione degli antiparassitari.

E’ meglio non far indossare al cane un collare antipulci, perché i bambini, manipolandolo, potrebbero entrare in contatto con le sostanze chimiche in esso contenuto.

Esistono prodotti naturali che impiegano solo essenze ed oli vegetali, che si rivelano abbastanza efficaci contro le minacce esterne.

Conclusioni

L’applicazione dei prodotti antiparassitari deve tener conto di tutta una serie di variabili, rispetto alle quali è sempre consigliabile, onde evitare di commettere errori e di incorrere nel rischio di intossicare il proprio animale, di rivolgersi al proprio Medico Veterinario di fiducia

Pronto per fare acquisti? Sul nostro e-shop troverai una vasta gamma di antiparassitari per soddisfare al meglio le tue esigenze.

Sul nostro e-shop troverai una vasta offerta, affrettati, buona navigazione !!!

Leggi anche...

Iscriviti per ricevere Promo ed Offerte Speciali!

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy

Iscriviti ora!

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy